Ortodonzia

L’ortodonzia è quella particolare branca dell’odontoiatria che studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari; è attuata esclusivamente dagli odontoiatri e specialisti in ortognatodonzia. Essa ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.
La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali.
Terapia chirurgica: si attua estraendo quei denti che ostacolano l’allineamento e l’articolazione degli altri o la corretta posizione dento-facciale.
Terapia meccanica: si attua mediante la costruzione di diversi tipi di apparecchi che potremo suddividere in:
Apparecchi attivi: agiscono direttamente con la loro forza quando viene attivata (es. apparecchi con viti, archi, molle ecc.)
Apparecchi passivi: sfruttano le forze masticatorie essendo di per sé inattivi (es. placca vestibolare, piano inclinato, ecc.)
A seconda delle indicazioni cliniche possiamo utilizzare la tecnica tradizionale del filo diritto, , la tecnica linguale che permette il posizionamento degli attacchi all’interno degli elementi dentari con un notevole vantaggio dal punto di vista estetico, e la tecnica Invisalign.

- il sistema Invisalign ovvero l’alternativa invisibile al tradizionale apparecchio che consiste in una serie di mascherine trasparenti per trasformare il tuo sorriso senza interferire con la tua vita quotidiana.
Il sistema invisalign, lanciato in Europa da qualche anno, si basa sull’utilizzo di una serie di mascherine mobili trasparenti dette “aligner” (allineatori) che vengono sostituite man mano che i denti si spostano.

Il sistema è estremamente confortevole in quanto privo di fili o attacchi metallici fissi sulla superficie dei denti, inoltre trattandosi di un apparecchio mobile non viene affatto compromessa l’igiene orale domiciliare.
L’effetto estetico è molto elevato, l’apparecchio è praticamente invisibile e viene rimosso solo per mangiare, spazzolare i denti e passare il filo interdentale.
Le mascherine vengono costruite con l’ausilio di tecnologia computerizzata, che permette di eseguire una simulazione virtuale del risultato finale della terapia. Basandosi su questa simulazione, l’otodonzista calcola il numero di mascherine che saranno necessarie per spostare i denti nella posizione corretta. In base al livello di difficoltà del trattamento, il paziente riceve dall’ortofonista da 12 a 30 mascherine per arcata ed ognuna di esse va portata per 2 settimane e poi sostituita con quella successiva. Rimpiazzando costantemente le mascherine, i denti si muoveranno poco alla volta fino a raggiungere la posizione finale programmata, in un tempo che varia dai 6 ai 15 mesi.
Invisalign può essere utilizzato da adulti e adolescenti con dentizione permanente completa e può risolvere molte malposizioni  dentarie tra cui affollamento dentario, spazi fra i denti e morso profondo.