Igiene e odontoiatria estetica

Per igiene orale si intende la pulizia della cavità orale ed in senso più esteso tutte quelle manovre per ottenerla, siano esse a livello domiciliare che a livello professionale.

Igiene orale professionale

Con questa definizione si comprendono tutte quelle manovre praticate dal professionista (medico dentista, odontoiatra, igienista dentale) al fine di eliminare tutti i residui accumulatisi nel tempo in seguito all’impossibilità delle manovre di Igiene Orale Domiciliare (IOD) di essere efficaci in modo assoluto. Ovviamente se a questo aggiungiamo una IOD insufficiente sia in senso qualitativo che quantitativo, la condizione di igiene orale non potrà che essere inadeguata al mantenimento di un livello di salute orale idoneo. Le manovre di Igiene Orale Professionale (IOP) sono diverse:
ablazione tartaro: rimozione del tartaro sopra-gengivale;
polish: lucidatura delle superfici dentarie mediante pasta da profilassi;
levigatura radicolare: rimozione del tartaro sub-gengivale a livello delle tasche parodontali, previa anestesia locale;
levigatura radicolare a cielo aperto: analoga alla precedente previo scostamento della gengiva dei piani ossei sottostanti. Questa pratica si rende necessaria qualora le tasche parodontali raggiungano una profondità tale da impedirne una completa pulizia con le metodiche precedenti.

Sbiancamento

Lo sbiancamento dentale (in inglese bleaching) ha lo scopo di rendere più bianchi i denti.
Tra i sistemi di sbiancamento professionale possiamo distinguere quello domiciliare e quello “alla poltrona”
Ad oggi, secondo la letteratura, il sistema più efficace risulta essere quello domiciliare ovvero quello per cui si costruiscono delle mascherine in resina morbida all’interno delle quali viene posta una sostanza (perossido di carbamide o perossido di idrogeno) e che devono essere portate per almeno 8 ore la notte per 5 giorni per ogni arcata.